Questa pagina è disponibile anche in Inglese Inglese.

Progetti 2019

Yemen: Oltre 90.000 feriti di guerra curati

Yemen: Oltre 90.000 feriti di guerra curati

Il quindicenne Waddah è in cura nel reparto di isolamento dell’ospedale dei MEDICI SENZA FRONTIERE di Aden. La sua ferita è infettata da germi resistenti.

Molti persone dello Yemen sono esposti quotidianamente alla violenza della guerra. Più della metà delle strutture sanitarie del Paese sono chiuse poiché sono state distrutte o ne manca il personale medico o medicinali. MEDICI SENZA FRONTIERE è una delle poche organizzazioni mediche sul campo che aiuta entrambi i contraenti della guerra civile. Dall’inizio dei combattimenti nel marzo 2015 fino all’ottobre 2018, i MEDICI SENZA FRONTIERE hanno curato più di 90.000 persone ferite da guerre e dalle violenze. L’organizzazione opera in un totale di dodici ospedali e centri sanitari. Inoltre, sostiene altre 20 strutture con materiali e consigli dei propri esperti. MEDICI SENZA FRONTIERE fornisce questo aiuto attraverso 2.200 dipendenti.

Con 5.000 €, i MEDICI SENZA FRONTIERE possono assemblare strumenti chirurgici, bende e medicinali per 135 pazienti in emergenza. Con € 3.000 o € 10.000, possono in emergenza curare rispettivamente 80 o 275 pazienti.

Dopo che l’esame del sangue di questo uomo gravemente malato è risultato positivo, il personale dei MEDICI SENZA BORDERI lo ha trasferito in un centro di trattamento speciale per l’Ebola.

Nell’agosto del 2018 nella Repubblica Democratica del Congo viene annunciata un’epidemia di Ebola. Questa è la decima e anche la più grave epidemia del Paese da quando il virus è stato scoperto nel 1976. L’epidemia è difficile da controllare a causa dei combattimenti nelle province colpite del Nord Kivu e dell’Ituri. Secondo il Ministero della Salute congolese, 483 persone si sono ammalate solo nei primi quattro mesi e mezzo, e 265 di loro sono morte di Ebola. I MEDICI SENZA FRONTIERE sostengono il controllo dell’ epidemia su molti livelli: In particolare, le squadre si occupano dell’isolamento e del trattamento dei pazienti, sostengono le campagne di vaccinazione e si assumono compiti di prevenzione e di sensibilizzazione. Inoltre, i MEDICI SENZA FRONTIERE informano i piu importanti Funzionari delle comunità sulla missione contro l’Ebola. Con il loro supporto, le squadre possono raggiungere meglio i malati e i loro parenti.

Per esempio, con 5.000 €, i MEDICI SENZA FRONTIERE possono finanziare cinque tende di 45 metri quadrati nelle quali i pazienti affetti da Ebola vengono isolati e trattati. Con 3.000 o 10.000 euro, possono essere comperate sono rispettivamente tre o dieci tende da adibire a cliniche.